Obbiettivo sorriso
logosorriso

Il timore di perdere i denti è qualcosa che purtroppo preoccupa molti di noi.
Oggi la perdita dei denti non costituisce più un problema permanente.
Il trattamento implantare si avvale di un metodo affidabile
per la sostituzione di un dente singolo, di più denti,
oppure dell'intera dentatura.
I nuovi denti appariranno naturali e permetteranno di vivere, sorridere e assaporare la vita in assoluta libertà e piena fiducia in se stessi.

Sorridere con tranquillità

l trattamento implantare è una soluzione per la sostituzione permanente di uno o più denti.
Ii sistemi di ultima generazione sono il risultato di ricerche e studi clinici su vasta scala. Ora è possibile  sorridere tranquillamente e mangiare tutto quello che si desidera, sapendo che i denti rimarranno saldamente fissati. In breve, si può contare su denti dall’aspetto naturale e su un sorriso attraente e sicuro.
Inoltre, l’inserimento di un impianto dentale non è così traumatico come si potrebbe pensare.La base di tutte le soluzioni implantari è una piccola vite in titanio. Integrandosi rapidamente con il tessuto osseo circostante, crea una sorta di nuova radice stabile per il dente.
In queste pagine troverete maggiori informazioni sui concetti alla base degli impianti dentali e sulle modalità di trattamento. Inoltre, potrete leggere l’opinione di persone che raccontano perché hanno scelto gli impianti dentali e come è cambiata la loro vita.

Una soluzione collaudata da 40 anni

implantologia2  implantologia1

Gli impianti non rappresentano una novità nella cura dentale: infatti, vengono utilizzati fin dalla metà degli anni ‘60 per la sostituzione permanente di uno o più denti, nonché per la cura di edentulie totali, in mandibola così come in mascella. Gli impianti dentali sono composti da piccole viti in titanio. Il titanio è un metallo accettato dal corpo umano e possiede la capacità ben documentata di guarire insieme al tessuto osseo.
Dopo anni di ricerche accurate, sono stati sviluppati sistemi implantari che garantiscono un ancoraggio sicuro di denti dall’aspetto naturale, in modo semplice e veloce. Diamo un’occhiata più da vicino ai componenti di un impianto dentale.

Impianto in titanio = una nuova radice per un nuovo dente

Per “impianto dentale” si intende solamente la vite in titanio che viene inserita nell’osso e forma la base dell’impianto. La lunghezza e lo spessore dell’impianto dentale dipendono dalla quantità e dalle dimensioni di tessuto osseo presente.

Il pilastro assicura un ancoraggio perfetto...

Il pilastro è un componente in titanio o ceramica che assicura una tenuta perfetta tra l’impianto dentale e la corona.

...di corone, ponti o protesi totali

Una volta inseriti l’impianto dentale e il pilastro, si procede al posizionamento della corona, di un ponte con diversi denti, oppure della protesi totale, nel caso dell’intera mandibola o mascella. A prescindere dalla procedura e dal tipo di impianto, si potrà contare su denti che rimarranno in posizione per tutta la vita.

Esame accurato

Il primo passo è sempre rappresentato da un colloquio con il dentista, seguito da un accurato esame dentale.
Una specifica analisi radiografica consente di verificare le condizioni del tessuto osseo e determinare il posizionamento dell’impianto dentale. Inoltre, viene realizzata un’impronta della mandibola e dei denti esistenti, che rappresenta una piattaforma importante per il trattamento.

Inserimento dell'impianto


L’impianto dentale può essere inserito in due modi differenti, sulla base della situazione clinica.
Nella procedura in una fase viene posizionato l’impianto dentale e subito fissato un pilastro provvisorio. Nella procedura in due fasi, l’impianto dentale viene inserito, quindicoperto dalla gengiva.
Il pilastro viene fissato successivamente.
In entrambi i casi vengono posizionati un dente o una protesi provvisori, con un periodo massimo di guarigione di tre mesi
per la mandibola e sei mesi per la mascella. In alcuni casi, l’impianto dentale può essere caricato immediatamente.
Tuttavia, questo dipende dalle condizioni dell'osso.

La soluzione naturale


Agendo come una radice, l’impianto dentale fornisce fondamenta stabili per il posizionamento di un dente che rimane saldo: in questo modo è possibile mangiare, parlare e sorridere con tranquillità.

iframe2 prima                           iframe2a dopo

 

Sostituzione di un dente singolo

Una corona montata su un impianto è la scelta ideale per la mancanza di un dente nella mandibola o nella mascella. Infatti, la corona consente di mangiare, ridere e sorridere in modo naturale.

Sostituire più denti

iframe3 prima                         iframe4 dopo 

La mancanza di più denti può compromettere le capacità di parlare e masticare. In questo caso esistono due soluzioni: corone separate su impianti dentali, oppure un ponte fissato su due o più impianti.

Sostituire tutti i denti

Se mancano tutti i denti nella mandibola o nella mascella, gli impianti dentali sono una valida soluzione. E' possibile optare, ad esempio, tra un ponte completo fissato su diversi impianti dentali, e una protesi totale, rimovibile dal vostro dentista, fissata mediante dispositivi di ancoraggio a due o più impianti. La protesi rimane saldamente in posizione nella vostra bocca, ma allo stesso tempo è facile da rimuovere.

iframe5 prima                         iframe6 dopo

iframe7 prima                         iframe8 dopo

 

Oltre ad apparire e comportarsi come i denti naturali, le dentiere supportate da impianti e i ponti completi sono progettati per rappresentare una soluzione stabile ed efficace a lungo termine. Gli impianti eliminano la necessità di adesivi che tengano ferma la dentiera, così come le infiammazioni e il dolore spesso associati a protesi difettose. Stimolando l’osso, gli impianti aiutano inoltre a mantenere il tessuto osseo sano nel rispetto della naturale fisionomia.
 

Quali sono le alternative agli impianti dentali?


Le alternative convenzionali agli impianti dentali possono essere un ponte oppure una dentiera, interamente o parzialmente mobile. Se è necessario sostiutuire un solo dente, si può optare per un ponte connesso alla parte posteriore dei due denti adiacenti, con ritenzione sullo smalto. La durata di questo tipo di trattamento è però di solito limitata.

iframe9 Ponte tradizionale con i denti di supporto ridotti

iframe10 Protesi parziale supportata da denti adiacenti

Si può anche decidere per un ponte tradizionale, che preveda l’eliminazione dei denti adiacenti. Ma potrebbe essere necessario, nel corso del tempo, ripetere questa operazione.

Una dentiera tradizionale mobile invece, totale o parziale, potrebbe non essere stabile e causare quindi disagio e insicurezza. Durante le loro normali funzioni, i denti naturali stimolano e conservano l’osso al quale sono ancorati. Se vengono a mancare uno o più denti, con gli anni, la sostanza ossea si riduce e risulterà sempre più difficile rendere stabile una dentiera tradizionale.

Una delle caratteristiche più importanti degli impianti dentali di ultima generazione consiste nella continua stimolazione e conservazione del tessuto osseo.

 

Dente singolo

1. Spesso sono i giovani ad avere necessità di
     sostituire un dente mancante, ad esempio in seguito
     ad incidenti, oppure per la mancata predisposizione
     congenita alla crescita. Quando la mandibola è
     completamente sviluppata, un impianto dentale può
     costituire una soluzione estetica duratura.
 
  2. L’impianto dentale viene installato nella mandibola
    senza intervenire sui denti sani o danneggiarli; in
    altri casi sono necessari interventi sui denti adiacenti, a supporto di un ponte.
 
3. Il pilastro viene fissato all’impianto dentale. Una
    corona viene quindi collegata al pilastro, in modo da
    essere perfettamente aderente al bordo gengivale.
 
4. Il nuovo dente è pronto ed è molto difficile notare
    differenze con i denti esistenti.

iframe11

iframe12

iframe13

Dente singolo

 1. Spesso sono i giovani ad avere necessità di 
     sostituire un dente mancante, ad esempio in seguito
     ad incidenti, oppure per la mancata predisposizione
     congenita alla crescita. Quando la mandibola è
     completamente sviluppata, un impianto dentale può
     costituire una soluzione estetica duratura.

 2. L’impianto dentale viene installato nella mandibola 
    senza intervenire sui denti sani o danneggiarli; in 
    altri casi sono necessari interventi sui denti      adiacenti, a supporto di un ponte.

 

 

3. Il pilastro viene fissato all’impianto dentale. Una
    corona viene quindi collegata al pilastro, in modo da
    essere perfettamente aderente al bordo gengivale.

 

4. Il nuovo dente è pronto ed è molto difficile notare
    differenze con i denti esistenti.

Piu denti

1. In età avanzata, alcune persone perdono i denti
    posteriori, in genere a causa di infezioni gengivali
    (parodontiti), oppure in seguito alla rottura dei denti
    soggetti a interventi precedenti.

 

 

2. Per un ponte vengono installati 2-4 impianti dentali. 
    Anche questa soluzione non richiede interventi sugli
    altri denti. Inoltre, il ponte rimarrà funzionale per
    diversi anni, a prescindere dalle condizioni dei denti
    esistenti.

 

3. I pilastri vengono fissati agli impianti dentali. In
   seguito viene installato un ponte, cioè la nuova serie di denti viene posizionata sui pilastri.

 

4. Ora il ponte è in posizione e può resistere alle
    notevoli forze di masticazione che si producono nella
    parte posteriore della bocca. Inoltre, aspetto e
    funzionalità sono paragonabili a quelli dei denti
    naturali.

 

Tutti i denti

 1. Nel caso di un ponte con ancoraggio permanente, per ottenere una solida base vengono installati diversi
    impianti. Poiché sono ancorati nella mandibola, gli
    impianti dentali possono stimolare il tessuto osseo e
    contribuire al mantenimento di ossa sane e della
    naturale fisionomia del viso.

 

 2. Un’overdenture prevede l’installazione di due o più 
    impianti dentali che verranno utilizzati come base per 
    il fissaggio stabile della protesi.

 

 

 3. I pilastri vengono fissati agli impianti dentali, quindi
    viene posizionato il ponte. Tutti gli interventi vengono svolti nel rispetto delle vostre esigenze. 
    Per l’overdenture è possibile utilizzare pilastri a sfera
    oppure una barra tra i pilastri. I dispositivi
    corrispondenti vengono collocati sotto la protesi.

 

    Per l’overdenture è possibile utilizzare pilastri a sfera
    oppure una barra tra i pilastri. I dispositivi
    corrispondenti vengono collocati sotto la protesi.

 

 


 
Piu' denti

1. In età avanzata, alcune persone perdono i denti
    posteriori, in genere a causa di infezioni gengivali
    (parodontiti), oppure in seguito alla rottura dei denti
    soggetti a interventi precedenti.
 
2. Per un ponte vengono installati 2-4 impianti dentali.
    Anche questa soluzione non richiede interventi sugli
    altri denti. Inoltre, il ponte rimarrà funzionale per
    diversi anni, a prescindere dalle condizioni dei denti
    esistenti.
 
3. I pilastri vengono fissati agli impianti dentali. In
    seguito viene installato un ponte, cioè la nuova serie
    di denti viene posizionata sui pilastri.
 
4. Ora il ponte è in posizione e può resistere alle
    notevoli forze di masticazione che si producono nella
    parte posteriore della bocca. Inoltre, aspetto e
    funzionalità sono paragonabili a quelli dei denti
    naturali.

iframe14

iframe15

iframe16

iframe17


Tutti i denti

 1. Nel caso di un ponte con ancoraggio permanente, per
    ottenere una solida base vengono installati diversi
    impianti. Poiché sono ancorati nella mandibola, gli
    impianti dentali possono stimolare il tessuto osseo e
    contribuire al mantenimento di ossa sane e della
    naturale fisionomia del viso.
 
 
 2. Un’overdenture prevede l’installazione di due o più
    impianti dentali che verranno utilizzati come base per
    il fissaggio stabile della protesi.

 
 
 
 3. I pilastri vengono fissati agli impianti dentali, quindi
    viene posizionato il ponte. Tutti gli interventi vengono
    svolti nel rispetto delle vostre esigenze.
    Per l’overdenture è possibile utilizzare pilastri a sfera
    oppure una barra tra i pilastri. I dispositivi
    corrispondenti vengono collocati sotto la protesi.
    Per l’overdenture è possibile utilizzare pilastri a sfera
    oppure una barra tra i pilastri. I dispositivi
    corrispondenti vengono collocati sotto la protesi.

 4. Il ponte o l’overdenture sono in posizione e
    presentano un aspetto e una funzionalità simili a
    quelli dei denti naturali. Ora è possibile mangiare
    e ridere senza preoccupazioni.

iframe18

iframe19

iframe20

iframe21


Posizionamento della corona e controllo

I nuovi denti vengono fissati agli impianti dentali con una semplice procedura. In genere, l’intervento è seguito da un paio di visite per verificare funzionalità ed estetica e per accertare che i nuovi denti siano completamente soddisfacenti.